ufficio parrocchiale


INFORMAZIONI DELLA PARROCCHIA DI S. MARIA MAGGIORE

  • La CHIESA PARROCCHIALE è aperta e accessibile per la preghiera
    personale: mantenete il distanziamento, utilizzate la mascherina, evitate i
    contatti con superfici e suppellettili, dentro e fuori evitate gli
    assembramenti. Restano al momento chiuse le altre chiese.
  • L’UFFICIO PARROCCHIALE è aperto lunedì, giovedì e sabato dalle ore 9
    alle 12; martedì, mercoledì e venerdì dalle ore 15 alle 17; oppure per
    appuntamento.
  • Nelle attuali
    condizioni, la CELEBRAZIONE DEI SACRAMENTI è limitata nel numero dei
    partecipanti (presenza massima nella chiesa nuova 108; nella chiesa antica 68)
    e possibile solo con l’uso delle mascherine.

    • Il BATTESIMO
      sarà sempre individuale: è necessario definire giorno e ora, facendo cadere i
      limiti precedenti.
    • La
      CONFESSIONE/PENITENZA è possibile sempre, basta chiedere: con mascherina e in
      spazi ampi (salone parrocchiale).
    • La COMUNIONE
      viene ricevuta sulle mani sovrapposte stando al proprio posto: il sacerdote
      passa a distribuirla. Chi è affetto da celiachia si avvicini invece all’altare
      al termine della distribuzione.
    • La PRIMA
      COMUNIONE, per evidenti particolari critici (numero dei ragazzi e degli
      “invitati”), richiede un rinvio per cui stiamo ipotizzando varie soluzioni. Ai
      ragazzi e alle loro famiglie chiedo di continuare a prepararsi con intensità in
      rapporto con le catechiste.
    • LA COMUNIONE
      AGLI INFERMI sarà portata da ministri, con mascherina e guanti: è buona cosa
      farne richiesta in parrocchia anche per chi, anziano, è dispensato dall’obbligo
      festivo.
    • Anche il
      sacramento dell’UNZIONE DEGLI INFERMI sia richiesto per tempo.
    • La
      celebrazione della CRESIMA è attualmente sospesa.
    • Anche per il
      MATRIMONIO sono in vigore i limiti di numero e le precauzioni personali
      (mascherina, distanza).
  • LA CATECHESI resta sospesa, mentre continua nelle forme “a
    distanza”.
  • LA CARITAS PARROCCHIALE offre aiuti alimentari a famiglie residenti in
    parrocchia che sono in difficoltà: ma certamente più efficace è l’attenzione
    cordiale a parenti e vicini che vediamo con i nostri occhi e possiamo aiutare
    direttamente.

    • Chiunque può
      contribuire all’iniziativa portando generi alimentari non deperibili nella
      CESTA ai piedi dell’altare
    • Oppure con
      denaro da versare nel FONDO DI SOLIDARIETÀ: la prossima raccolta sarà domenica 21
      giugno