Scuola di Teologia


La Campana Maggiore – 16 Settembre 2018

Venerdì 14, nella Chiesa di Santa Maria Maggiore di cui fu parroco, il Vescovo Gino ha celebrato la Messa di commiato di DON FRANCESCO ZIMBARDI. Nelle prime ore del 13 settembre 2018, presso l’Ospedale Agostino Gemelli di Roma, si è spento Don Franco ZIMBARDI, del Clero della Diocesi. Classe 1934, nativo di Napoli, era entrato nei Missionari de La Salette. Parroco a Roma dal 1980 al 1984, accolse il Santo Padre San Giovanni Paolo II in visita alla Parrocchia di Nostra Signora de La Salette, il 7 dicembre 1980. Don Franco era stato poi accolto nella Diocesi di Porto e Santa Rufina da Mons. Diego Bona, nel 1986, e nominato Parroco di Sant’Andrea Apostolo a Osteria Nuova – Santa Maria di Galeria. Nel 1996 è stato nominato Parroco a Santa Maria Maggiore, Cerveteri, dove è rimasto fino al 2015 e ha curato importanti lavori di restauro delle varie Chiese della Città.  Cultore del canto liturgico, in Diocesi è ricordato come Assistente del Cursillo di Cristianità. Dopo aver lasciato Cerveteri si era ritirato a Praia a Mare (Cosenza); nell’ultimo periodo, per difficoltà di salute a cui si erano aggiunti i postumi di una caduta, era ricoverato all’Ospedale Gemelli di Roma, dove è avvenuto il decesso. La Scuola di Teologia di Ladispoli propone a tutti (particolarmente a chi collabora in Parrocchia o è catechista) un percorso di approfondimento dei contenuti della fede cattolica. Le lezioni si tengono ogni venerdì, dalle ore 15.30 alle ore 18.30. Dettagli sul sito: http://www.diocesiportosantarufina.it/home/pages.php?dpid=99


La Campana Maggiore – 2 Settembre 2018

ORARI DEL MESE DI SETTEMBRE Ritorna l’orario “normale” della S. MESSA FERIALE, che verrà celebrata ogni giorno alle ore 18 nella chiesa di S. Michele. Il lunedì alle 17 al Cimitero vecchio. Il martedì e il sabato alle ore 8 alla Madonna dei canneti. Il giovedì alle ore 9 in S. Maria Maggiore. Il venerdì alle 8 nella chiesa di S. Antonio. L’Ufficio parrocchiale è aperto il lunedì, giovedì e sabato ore 9-12; martedì, mercoledì e venerdì ore 15-17 o per appuntamento (don Gianni 3334690381). Gli orari delle S. Messe festive restano invariati: in S. Maria Maggiore 8 – 11 – 18, alla Madonna dei canneti 9.30 Iscrizioni alla scuola di teologia “Tisserant” di Ladispoli Perché sono cristiano? in cosa credo? È urgente la necessità di approfondire le ragioni della nostra fede. La Scuola di Teologia di Ladispoli propone a tutti (particolarmente a chi collabora in Parrocchia o è catechista) un percorso di approfondimento dei contenuti della fede cattolica. Il piano di studi ha struttura triennale e ciclica. L’anno accademico inizia la prima settimana di ottobre fino al mese di giugno. Le lezioni si tengono ogni venerdì, dalle ore 15.30 alle ore 18.30. Dettagli sul sito: http://www.diocesiportosantarufina.it/home/pages.php? dpid=99  


Scuola di Teologia “Card. E.Tisserant”

Inizio dei corsi Venerdì 6 Ottobre ore 15.30 La Scuola di Teologia è una opportunità per: imparare a leggere la Bibbia migliorare la tua formazione religiosa comprendere quello che la Chiesa insegna approfondire la tua vita spirituale qualificare il tuo servizio in Parrocchia aiutare gli altri nel loro cammino della fede riuscire a dialogare con chi non crede… Corsi per l’anno 2017-2018 Sacra Scrittura: l’Antico Testamento Storia della Chiesa: il secondo millennio Teologia Morale: morale della vita e della famiglia Teologia Sistematica: cristologia e mariologia Catechetica Teologia della Liturgia: la Celebrazione Eucaristica Iscrizioni presso la sede in via Odescalchi 181 (Parrocchia Santa Maria del Rosario) a Ladispoli, nei giorni 15-22-29 Settembre 2017 dalle ore 15:30 alle ore 18:30. Informazioni Liliana 347.59.546 Maria Rosaria 339.79.49.564 Visita la nostra pagina sul sito della diocesi: http://www.diocesiportosantarufina.it 


La Campana Maggiore – 17 Settembre 2017

Invito ai genitori per iniziare il catechismo dei ragazzi. E a tutti per “stare dentro” la comunità cristiana. IL CAMMINO DELLA CATECHESI È LA SCOPERTA DI SÉ STESSI Dopo l’Assemblea parrocchiale di martedì scorso mi pare prezioso rilanciare a tutti la questione centrale: A cosa serve essere cristiani? Perché “faticare” per conoscere e ancor più seguire Gesù dentro la Chiesa, nella paziente strada della preghiera, dei sacramenti e della carità? Quindi non trovate qui la richiesta di “operai per un lavoro”. Trovate alcune possibilità per una compagnia significativa, per fare dei passi dietro a Gesù, per camminare insieme, per aiutarci a non lasciar cadere la grande occasione che Dio ci dà di essere più pienamente noi stessi. I nostri figli sono un dono anche perché ci chiedono – quasi ci obbligano – a ritrovare la verità di noi stessi, la profondità della fede. Cominciamo quindi il cammino della catechesi incontrandoci tra noi: il calendario lo trovate qui sotto. Con la libertà di mettere in gioco noi stessi e senza scuse. Non solo catechesi dei ragazzi, dunque. Oltre a catechisti per i ragazzi che si preparano ai sacramenti dell’iniziazione cristiana, puoi coinvolgerti nel cammino della catechesi per le famiglie, in preparazione al matrimonio o al battesimo dei figli, per vivere una amicizia profonda che ci aiuti nel cammino della vita a non perdere l’orientamento alla verità e al bene. La carità nei confronti di infermi, anziani, persone provate dalla difficoltà si esprime nell’aiuto più materiale (Caritas: ma tu sei l’occhio che vede e la mano che sostiene!) ma anche rendere partecipe al banchetto del Signore chi è impedito a partecipare alla Messa domenicale. Che del resto vogliamo che sia sempre più un avvenimento bello e partecipato, un incontro con Gesù: grazie a tutti i ministri dell’altare: accoliti, lettori, chierichetti, Confraternita, … senza scordare il canto e la musica, chi si cura dei fiori e degli arredi (tovaglie e biancheria d’altare, vesti e oggetti per la liturgia), chi si occupa pazientemente della pulizia e della manutenzione ordinaria di ciò che abbiamo ricevuto in eredità e ha bisogno di cura per continuare a risplendere. Queste e ogni altra “cosa” puoi fare tu. Sì, proprio tu. Per essere “dentro” la comunità con il cuore, la mente, i piedi e le mani. È il tempo di assumersi delle responsabilità, di stare dentro la tua comunità, la tua casa. La casa di tutti. NB Il calendario completo delle attività verrà avviato da domenica 1 ottobre.