Quaresima


Le riparazioni dopo il fulmine e Quaresima di Carità

Avrete notato che, dopo l’impianto di amplificazione, la caldaia e il telefono rimessi in funzione dai primi di gennaio, dal giorno delle Ceneri hanno ripreso a suonare le campane, ma solo da domani saranno pienamente ripristinate. Nei giorni scorsi, hanno ritrovato la loro piena funzionalità giovedì la fotocopiatrice, venerdì l’organo.

Purtroppo è arrivato il tempo di onorare -pagando – i debiti. Le cifre dell’assicurazione e quelle raccolte sinora coprono poco oltre la metà delle spese.

Vi chiedo ancora un atto di maggiore generosità: da domenica prossima, Terza di Quaresima, ritorneremo a raccogliere le offerte con le bussolette perché tutti si sen-tano maggiormente coinvolti nel sostegno della vita della comunità in questo particolare momento.

* La quarta domenica di Quaresima sarà poi dedicata alla Colletta per la carità a sostegno del fondo di solidarietà diocesano. * La cesta davanti all’altare è richiamo invece alla condivisione più concreta e spicciola del bisogno di chi ci è vicino: fare la spesa non solo per sé, avere attenzione a chi sta passando momenti difficili. Se volete utilizzarla, ricordate di portare alimenti non deperibili.


I Domenica di Quaresima

Avrete notato che, dopo l’impianto di amplificazione, la caldaia e il telefono rimessi in funzione dai primi di gennaio, dal giorno delle Ceneri hanno ripreso a suonare le campane, ma solo da domani saranno pienamente ripristinate. Nei giorni scorsi, hanno ritrovato la loro piena funzionalità giovedì la fotocopiatrice, venerdì l’organo.

Purtroppo è arrivato il tempo di onorare -pagando – i debiti. Le cifre dell’assicurazione e quelle raccolte sinora coprono poco oltre la metà delle spese.

Vi chiedo ancora un atto di maggiore generosità: da domenica prossima, Terza di Quaresima, ritorneremo a raccogliere le offerte con le bussolette perché tutti si sen-tano maggiormente coinvolti nel sostegno della vita della comunità in questo particolare momento.

* La quarta domenica di Quaresima sarà poi dedicata alla Colletta per la carità a sostegno del fondo di solidarietà diocesano. * La cesta davanti all’altare è richiamo invece alla condivisione più concreta e spicciola del bisogno di chi ci è vicino: fare la spesa non solo per sé, avere attenzione a chi sta passando momenti difficili. Se volete utilizzarla, ricordate di portare alimenti non deperibili.