carità


Le riparazioni dopo il fulmine e Quaresima di Carità

Avrete notato che, dopo l’impianto di amplificazione, la caldaia e il telefono rimessi in funzione dai primi di gennaio, dal giorno delle Ceneri hanno ripreso a suonare le campane, ma solo da domani saranno pienamente ripristinate. Nei giorni scorsi, hanno ritrovato la loro piena funzionalità giovedì la fotocopiatrice, venerdì l’organo.

Purtroppo è arrivato il tempo di onorare -pagando – i debiti. Le cifre dell’assicurazione e quelle raccolte sinora coprono poco oltre la metà delle spese.

Vi chiedo ancora un atto di maggiore generosità: da domenica prossima, Terza di Quaresima, ritorneremo a raccogliere le offerte con le bussolette perché tutti si sen-tano maggiormente coinvolti nel sostegno della vita della comunità in questo particolare momento.

* La quarta domenica di Quaresima sarà poi dedicata alla Colletta per la carità a sostegno del fondo di solidarietà diocesano. * La cesta davanti all’altare è richiamo invece alla condivisione più concreta e spicciola del bisogno di chi ci è vicino: fare la spesa non solo per sé, avere attenzione a chi sta passando momenti difficili. Se volete utilizzarla, ricordate di portare alimenti non deperibili.


La Campana Maggiore – 2 Dicembre 2018

IL TEMPO D’AVVENTO che inizia oggi ci richiama all’attesa dell’incontro con Gesù, l’unico che toglie la paura che ognuno di noi può avere di fronte alle prove della vita. Con lui diventiamo capaci di affrontare le nostre giornate con coraggio e libertà, con speranza e fiducia. Guardiamo a Lui, il germoglio che – mentre viene l’inverno – rende sicura la primavera. Vieni, Signore Gesù! NB Per i genitori dei bambini del catechismo e chiunque lo voglia, alle ore 17 dei lunedì, martedì, mercoledì e giovedì prima di Natale un momento di preghiera e di riflessione per vivere bene l’Avvento e il Natale. Le quattro candele d’Avvento illuminano il cammino verso il NATALE. È il tempo in cui preparare il PRESEPE: in ogni casa, magari inviando una foto per partecipare alla mostra dei presepi nella chiesa antica (dal 16 dicembre all’Epifania) e quello vivente che rappresenteremo per tutti nel parco della Legnara il 29 e 30 dicembre 2018 e il 5 e 6 gennaio 2019. * CARITÀ. La cesta davanti all’altare ci ricorda che i poveri sono sempre tra noi, e ognuno può e deve condividere quello che ha. Ricordatene quando fai la spesa: scegli preferibilmente cibi non deperibili e a lunga conservazione come pasta, riso, olio, scatolame … Meglio è – se puoi – aiutare chi è in difficoltà direttamente. Se no, aiutiamoci ad aiutare, anche dando un po’ di tempo e collaborazione con i volontari. — * La seconda domenica del mese raccogliamo le offerte per il Fondo di Solidarietà della nostra Caritas parrocchiale, che sostiene con alimenti diverse famiglie. Grazie. * Per portare la COMUNIONE AGLI INFERMI, agli anziani impossibilitati a partecipare alla Messa domenicale sono stati istituiti diversi Ministri straordinari della Comunione. Segnalate le esigenze e accompagnateli condividendo tempo e attenzione, compagnia e preghiera.


La Campana Maggiore – 25 Novembre 2018

Lunedì 26 alle ore 18 ASSEMBLEA PARROCCHIALE per l’Avvento e il Natale. In questo periodo sbocciano sempre iniziative natalizie che scaturiscono dallo stupore per il fatto che Dio si è fatto uomo. Ma troppo spesso si dimenticano della presenza di Dio per accontentarsi di sentimenti e sdolcinature che provocano talvolta reazioni, opposizioni e disinteresse. A quale Natale vogliamo prepararci? Come possiamo vivere la presenza di Dio nella nostra vita e la forza umile di questo Bambino che è il Signore che regna dalla croce? Dopo la festa di Cristo Re ci ritroviamo per “trovare la misura giusta” e vivere così l’Avvento e il Natale come i tempi della nostra salvezza. * CARITÀ. La cesta davanti all’altare ci ricorda che i poveri sono sempre tra noi, e ognuno può e deve condividere quello che ha. Ricordatene quando fai la spesa: scegli preferibilmente cibi non deperibili e a lunga conservazione come pasta, riso, olio, scatolame … Meglio è – se puoi – aiutare chi è in difficoltà direttamente. Se no, aiutiamoci ad aiutare, anche dando un po’ di tempo e collaborazione con i volontari. Con gratitudine. * Per portare la COMUNIONE AGLI INFERMI, agli anziani impossibilitati a partecipare alla Messa domenicale sono stati istituiti diversi Ministri straordinari della Comunione. Segnalate le esigenze e accompagnateli condividendo tempo e attenzione, compagnia e preghiera.