carità


Dopo l’Assemblea Ecclesiale, proposte per un cammino insieme

“Permesso, grazie, scusa”: crescere nell’amore (cfr n. 133 di Amoris laetitia; 1Ts 3,12; n. 134). Dopo il momento diocesano di venerdì 17 (trovate sul sito diocesano la registrazione dell’evento e il documento conclusivo) e il momento vicariale nella chiesa della SS. Trinità di venerdì 24 settembre, è tempo di fare i nostri passi: un cammino insieme.

Chi vuole accompagnare i fidanzati nella prepa-razione al matrimonio ed eventualmente il cammino di giovani e adulti che chiedono il Battesimo, l’Eucaristia e la Cresima? Si inizia domenica 17 ottobre alle ore 16.

E proprio nella direzione proposta dal Papa e dal Vescovo, va l’incontro mensile il terzo lunedì del mese: tempo per ascoltarsi, condividere esperienze, sostenere il cammino, approfondire la bellezza della famiglia. Da lunedì 18.10.2021 alle ore 21.

Chi vuole accompagnare i genitori alla scoperta del dono di Dio che sono i figli? La catechesi per il Battesimo dei bambini è un’occasione preziosa per educarci allo stupore, alla preghiera e all’amore senza misura e il momento giusto per scelte cristiane.

Ma la catechesi è solo uno degli strumenti per accompagnare con gusto il cammino della vita: se ti coinvolgi, guadagni la tua fede e la tua libertà. Chiedo a ognuno: vuoi condividere la passione dell’educa-zione continua di sé e degli altri a una vita piena e comunitaria? Oltre alla catechesi (compagnia per tutti i tempi della vita, in chiesa e all’Oratorio, a casa o in gruppi, …) è necessario esprimersi nella carità (aiuto materiale a chi è in difficoltà, compagnia agli anziani e agli infermi, …)! Che è concreta e si esprime nel servizio può solo può rendere più attiva e fruttuosa la liturgia stessa: lettori, musicisti, cantori (nel coro e non solo), accoliti e ministri straordinari dell’Eucaristia (per la distribuzione dell’Eucaristia a chi non può venire in chiesa), e ministranti (vogliamo ridare spazio anche ai chierichetti!) e ogni altra forma di collaborazione.

Ma come è preziosa l’attenzione alla nostra casa comune che è la Chiesa e agli arredi che la rendono accogliente e bella (custodia, pulizia, fiori, tovaglie, suppellettili, manutenzione, …).

Magari promuovendo cammini educativi e impegni particolari, come la Confraternita del SS.mo Sacramento, l’associazione dell’Oratorio San Michele Arcangelo e altre aggregazioni, che rendano concreta la presenza di Gesù, sempre attenti a custodire l’unità della Chiesa.

Usando anche gli strumenti di comunicazione più utili: se vuoi ricevere gli avvisi parrocchiali su whatsapp manda un messaggio al 3334690381 con il tuo nome e il testo Amici SMM. Anche i siti web diocesano e parrocchiale sono fonte di informazione come pure le rispettive pagine facebook e simili.

Segnalo la presenza in Diocesi di ben tre scuole di formazione non solo per i catechisti: a Ladispoli (Rosario) la Card. Tisserant; a Fiumicino la S. Ippolito; a Casalotti (Auxilium) la B.M.Morano. Info sul sito diocesano.

Ringrazio chi già è impegnato in queste cose ma chiedo ancora a ognuno un passo avanti. Con speranza in questo tempo difficile e umile certezza che il Signore Gesù ci chiede di portare la croce per arrivare con Lui alla Risurrezione. Insieme.


Le riparazioni dopo il fulmine e Quaresima di Carità

Avrete notato che, dopo l’impianto di amplificazione, la caldaia e il telefono rimessi in funzione dai primi di gennaio, dal giorno delle Ceneri hanno ripreso a suonare le campane, ma solo da domani saranno pienamente ripristinate. Nei giorni scorsi, hanno ritrovato la loro piena funzionalità giovedì la fotocopiatrice, venerdì l’organo.

Purtroppo è arrivato il tempo di onorare -pagando – i debiti. Le cifre dell’assicurazione e quelle raccolte sinora coprono poco oltre la metà delle spese.

Vi chiedo ancora un atto di maggiore generosità: da domenica prossima, Terza di Quaresima, ritorneremo a raccogliere le offerte con le bussolette perché tutti si sen-tano maggiormente coinvolti nel sostegno della vita della comunità in questo particolare momento.

* La quarta domenica di Quaresima sarà poi dedicata alla Colletta per la carità a sostegno del fondo di solidarietà diocesano. * La cesta davanti all’altare è richiamo invece alla condivisione più concreta e spicciola del bisogno di chi ci è vicino: fare la spesa non solo per sé, avere attenzione a chi sta passando momenti difficili. Se volete utilizzarla, ricordate di portare alimenti non deperibili.


La Campana Maggiore – 2 Dicembre 2018

IL TEMPO D’AVVENTO che inizia oggi ci richiama all’attesa dell’incontro con Gesù, l’unico che toglie la paura che ognuno di noi può avere di fronte alle prove della vita. Con lui diventiamo capaci di affrontare le nostre giornate con coraggio e libertà, con speranza e fiducia. Guardiamo a Lui, il germoglio che – mentre viene l’inverno – rende sicura la primavera. Vieni, Signore Gesù! NB Per i genitori dei bambini del catechismo e chiunque lo voglia, alle ore 17 dei lunedì, martedì, mercoledì e giovedì prima di Natale un momento di preghiera e di riflessione per vivere bene l’Avvento e il Natale. Le quattro candele d’Avvento illuminano il cammino verso il NATALE. È il tempo in cui preparare il PRESEPE: in ogni casa, magari inviando una foto per partecipare alla mostra dei presepi nella chiesa antica (dal 16 dicembre all’Epifania) e quello vivente che rappresenteremo per tutti nel parco della Legnara il 29 e 30 dicembre 2018 e il 5 e 6 gennaio 2019. * CARITÀ. La cesta davanti all’altare ci ricorda che i poveri sono sempre tra noi, e ognuno può e deve condividere quello che ha. Ricordatene quando fai la spesa: scegli preferibilmente cibi non deperibili e a lunga conservazione come pasta, riso, olio, scatolame … Meglio è – se puoi – aiutare chi è in difficoltà direttamente. Se no, aiutiamoci ad aiutare, anche dando un po’ di tempo e collaborazione con i volontari. — * La seconda domenica del mese raccogliamo le offerte per il Fondo di Solidarietà della nostra Caritas parrocchiale, che sostiene con alimenti diverse famiglie. Grazie. * Per portare la COMUNIONE AGLI INFERMI, agli anziani impossibilitati a partecipare alla Messa domenicale sono stati istituiti diversi Ministri straordinari della Comunione. Segnalate le esigenze e accompagnateli condividendo tempo e attenzione, compagnia e preghiera.