O Presepe



Parole e musica di Claudio Chieffo. gennaio 1999, da lui dedicata ad Eduardo De Filippo e a suo padre.
È l’autore anche di “In questa notte splendida” che ci fa entrare nel cuore del Natale di Gesù.

Mò che vvene Natale i presepe se scetano: dint’ a carta e ggiurnale nun ce vonno sta cchiù.
Mò che vvene Natale i uagliune s’ addormono: suonnano i regale e ‘o cchiù bell’è Gesù!
‘A Madonna suspira, san Giusepp ‘a cunforta “Si s’arape ‘sta porta, ‘nce putimma fermà”.
Ride, ride ‘u Uaglione e i pasture camminano, chi tteneva ‘u bbastone, meraviglia se fa.
San Giuseppe suspira, ‘a Madonna s’u guarda: nascce ‘n miezz ‘a la paglia Chi ‘a speranza ce dà!
Mò che vvene Natale i presepe se scetano: dint’a carta e ggiurnale nun ce vonno sta cchiù.
Mò che vvene Natale i uagliune s’addormono: suonnano i regale e ‘o cchiù bell’è Gesù!

Per chi non legge il napoletano …

Adesso che sta per arrivare Natale i Presepi si risvegliano e nella carta di giornale non vogliono starci più.
Adesso che sta per arrivare Natale i bambini vanno a letto volentieri: vogliono sognare i regali e il regalo più bello è Gesù.
La Madonna sospira e San Giuseppe la conforta: “Se si apre questa porta ci possiamo fermare qui”.
Ride, ride il Bambinello e i pastori camminano e chi prima usava il bastone… adesso non ne ha più bisogno!
San Giuseppe sospira mentre la Madonna guarda il Suo Figlio, nasce tra la paglia Chi ci porta la Speranza! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *