Archivi mensili: settembre 2017


La Campana Maggiore – 24 Settembre 2017

30 Settembre – S. MESSA S. M. Maggiore 17.00 PRESIEDUTA DAL NOSTRO VESCOVO GINO REALI E CONFERIMENTO DELLA CRESIMA A Fabrizio, Sara, Carlotta, Leonardo, Vittoria, Daniele, Caterina, Claudia, Fabrizio, Luca, Matteo, Matteo, Giordano, Annarita, Giuseppe, Alessandra, Riccardo,  Martina,  Martha, Noemi, Milena, Diego, Irene, Juri, Alessia, Davide, Valerio, Eleonora, Gianmarco, Matteo.


Scuola di Teologia “Card. E.Tisserant”

Inizio dei corsi Venerdì 6 Ottobre ore 15.30 La Scuola di Teologia è una opportunità per: imparare a leggere la Bibbia migliorare la tua formazione religiosa comprendere quello che la Chiesa insegna approfondire la tua vita spirituale qualificare il tuo servizio in Parrocchia aiutare gli altri nel loro cammino della fede riuscire a dialogare con chi non crede… Corsi per l’anno 2017-2018 Sacra Scrittura: l’Antico Testamento Storia della Chiesa: il secondo millennio Teologia Morale: morale della vita e della famiglia Teologia Sistematica: cristologia e mariologia Catechetica Teologia della Liturgia: la Celebrazione Eucaristica Iscrizioni presso la sede in via Odescalchi 181 (Parrocchia Santa Maria del Rosario) a Ladispoli, nei giorni 15-22-29 Settembre 2017 dalle ore 15:30 alle ore 18:30. Informazioni Liliana 347.59.546 Maria Rosaria 339.79.49.564 Visita la nostra pagina sul sito della diocesi: http://www.diocesiportosantarufina.it 


La Diocesi in assemblea al Centro Pastorale

L’assemblea diocesana, che si tiene il 22-23 settembre al Centro pastorale diocesano (Via della Storta 783) avrà come titolo «Camminare insieme». È facile cogliere nel titolo l’esatta traduzione del prossimo evento che impegnerà la Chiesa Cattolica: il Sinodo del 2018, che pone a tema “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”. Il testo che fa da sfondo all’assemblea è il documento preparatorio che il cardinale Lorenzo Baldisseri, segretario generale del Sinodo, ha presentato alla diocesi lo scorso 2 giugno a Fiumicino. Pertanto tutti i fedeli, e ognuna della comunità parrocchiali e religiose, si preparano all’assemblea riprendendone lo studio. L’assemblea 2017 si pone tre questioni: cosa è la sinodalità nella Chiesa? Perché i giovani? Quale situazione vive la diocesi? Sono indicazioni che mirano a offrire una prospettiva sul volto delle nuove generazioni, ma anche una retrospettiva su quelle vecchie, sulle loro responsabilità e difficoltà nel rapportarsi con i figli. L’evento, che si svolgerà dal pomeriggio di venerdì alla mattina di sabato, sarà introdotto dal vescovo Reali. Suor Maria Teresa Spiga, docente della Pfse Auxilium di Roma, invece aiuterà l’assemblea a entrare nel senso del Sinodo e offrirà un quadro organico delle più importanti dinamiche e dei linguaggi che vivono i giovani. Da questo contributo, per così dire generale, saranno poi i partecipanti a calare le istanze proposte da papa Francesco nella realtà del territorio e della Chiesa portuense. Programma          Venerdì 22 settembre 14.30 Arrivi, accoglienza ed iscrizione 15.00 Preghiera e introduzione del Vescovo Diocesano, Mons. Gino Reali 15.30 «Andare, incontrarci, parlarci, riconoscerci, progettare», Suor Maria Teresa Spiga, docente Pfse Auxilium 17.00 Lavoro nei gruppi di studio 19.30 Preghiera del Vespro Sabato 23 settembre 8.30 Concelebrazione Eucaristica Mandato agli operatori di pastorale battesimale 9.30 Lavoro nei gruppi di studio 11.00 Contributi dei gruppi di studio  e degli uffici pastorali 12.00 Conclusione e saluto del Vescovo


La Campana Maggiore – 17 Settembre 2017

Invito ai genitori per iniziare il catechismo dei ragazzi. E a tutti per “stare dentro” la comunità cristiana. IL CAMMINO DELLA CATECHESI È LA SCOPERTA DI SÉ STESSI Dopo l’Assemblea parrocchiale di martedì scorso mi pare prezioso rilanciare a tutti la questione centrale: A cosa serve essere cristiani? Perché “faticare” per conoscere e ancor più seguire Gesù dentro la Chiesa, nella paziente strada della preghiera, dei sacramenti e della carità? Quindi non trovate qui la richiesta di “operai per un lavoro”. Trovate alcune possibilità per una compagnia significativa, per fare dei passi dietro a Gesù, per camminare insieme, per aiutarci a non lasciar cadere la grande occasione che Dio ci dà di essere più pienamente noi stessi. I nostri figli sono un dono anche perché ci chiedono – quasi ci obbligano – a ritrovare la verità di noi stessi, la profondità della fede. Cominciamo quindi il cammino della catechesi incontrandoci tra noi: il calendario lo trovate qui sotto. Con la libertà di mettere in gioco noi stessi e senza scuse. Non solo catechesi dei ragazzi, dunque. Oltre a catechisti per i ragazzi che si preparano ai sacramenti dell’iniziazione cristiana, puoi coinvolgerti nel cammino della catechesi per le famiglie, in preparazione al matrimonio o al battesimo dei figli, per vivere una amicizia profonda che ci aiuti nel cammino della vita a non perdere l’orientamento alla verità e al bene. La carità nei confronti di infermi, anziani, persone provate dalla difficoltà si esprime nell’aiuto più materiale (Caritas: ma tu sei l’occhio che vede e la mano che sostiene!) ma anche rendere partecipe al banchetto del Signore chi è impedito a partecipare alla Messa domenicale. Che del resto vogliamo che sia sempre più un avvenimento bello e partecipato, un incontro con Gesù: grazie a tutti i ministri dell’altare: accoliti, lettori, chierichetti, Confraternita, … senza scordare il canto e la musica, chi si cura dei fiori e degli arredi (tovaglie e biancheria d’altare, vesti e oggetti per la liturgia), chi si occupa pazientemente della pulizia e della manutenzione ordinaria di ciò che abbiamo ricevuto in eredità e ha bisogno di cura per continuare a risplendere. Queste e ogni altra “cosa” puoi fare tu. Sì, proprio tu. Per essere “dentro” la comunità con il cuore, la mente, i piedi e le mani. È il tempo di assumersi delle responsabilità, di stare dentro la tua comunità, la tua casa. La casa di tutti. NB Il calendario completo delle attività verrà avviato da domenica 1 ottobre.


La Campana Maggiore – 10 Settembre 2017

Martedì 12 settembre alle ore 21 la nostra assemblea di inizio anno per scegliere i passi da fare insieme dietro a Gesù. Essere suoi amici è una esperienza impegnativa ed entusiasmante, che apre gli occhi e il cuore a riconoscere la bellezza e la grandezza della vita. Siccome non è sempre facile vincere le nostre resistenze e meschinità, egli ci ha chiamato a condividere i pesi gli uni degli altri e a sostenerci nel cammino, passo dopo passo, richiamo dopo richiamo, aiuto dopo aiuto. Ci ritroviamo quindi per offrirci questa generosa prospettiva di aiuto reciproco. Mettiamo a tema le occasioni e gli strumenti della vita della nostra comunità cristiana: la liturgia, l’educazione, la testimonianza, la carità, … Ma è indispensabile che ognuno di noi metta in gioco i talenti che Dio gli ha dato: è indispensabile “scommetterli” per guadagnare gioia per sé e per gli altri. Qui di seguito un elenco incompleto delle “cose” già in essere che richiedono un maggiore coinvolgimento per diventare più gioiose e meno gravose: – catechisti per i ragazzi che si preparano ai sacramenti dell’iniziazione cristiana – catechisti per le famiglie, in preparazione al matrimonio, al battesimo dei figli – catechisti per i giovani e gli adulti: tutti abbiamo bisogno di una amicizia profonda che ci aiuti nel cammino della vita a non perdere l’orientamento alla verità e al bene – ministri straordinari dell’Eucaristia che possano rendere partecipe al banchetto del Signore chi è impedito a partecipare alla Messa domenicale e ministri dell’altare: accoliti, lettori, chierichetti, Confraternita, … per rendere tutte le nostre celebrazioni (festive e feriali) un avvenimento bello e partecipato, un incontro con Gesù. – senza scordare il canto e la musica, che richiedono educazione e coinvolgimento. – Sai che c’è anche chi si cura dei fiori e degli arredi (tovaglie e biancheria d’altare, vesti e oggetti per la liturgia), chi si occupa pazientemente della pulizia e della manutenzione ordinaria di ciò che abbiamo ricevuto in eredità e ha bisogno di cura per continuare a risplendere? Queste e ogni altra “cosa” puoi fare tu. Sì, proprio tu. Per essere “dentro” la comunità con il cuore, la mente, i piedi e le mani.